h1

LX reloaded

05/08/2011

Nota: il terminal 4 dell’aeroporto di Madrid-Barajas è veramente, veramente bello.

Nota/1: Iberia non è la mia compagnia aerea preferita.

Nota/2: abitare nel cuore turistico di Lisbona non è una buona idea.

Adesso abito a Rossio. Ho lasciato la mia casa per mille persone a Santos e sono in questa casa molto lisboeta (traduzione: cade un po’ a pezzi) in una via piena di ristoranti. Di quelli coi camerieri fuori che cercando di adescare il turista ignaro con menù tradotti in sette lingue e fotografie dei piatti. C’è profumo di pesce grigliato sempre, per cui anche alle otto del mattino scatta un’irrefrenabile voglia di una bella orata alla griglia. Secondo me nel giro di due settimane vomiterò al pensiero.

La mia stanza doveva essere quella sulla corte interna, che in realtà è una sorta di discarica dei ristoranti con i condizionatori. Ma visto che ci sono quattro stanze e siamo solo io e un ragazzo belga, ho portato la mia roba nella stanza di fronte. Così posso aprire la finestra, godendomi appieno il casino della strada e del cantiere qua di fronte. Però anche i suonatori ambulanti che allietano i turisti durante la cena. Ieri con “o sole mio” abbiamo raggiunto l’apice del trash, ma almeno respiro.

Novità importante. Ieri mattina, ancora ospite di C. – che mi ha tenuto a bada la valigia per questi pochi giorni in Italia – mi chiama la coordinatrice dell’organizzazione che ci ha ospitato qua per chiedermi se sono disponibile a fare da guida turistica per qualche giorno a un gruppo di ragazzi con problemi mentali (ovviamente accompagnati). Qualche pomeriggio a portarli in giro per Lisbona e praticamente mi pago un mese di affitto. Non è male. L’unica cosa negativa è che questo capita proprio nella settimana in cui S. viene a trovarmi. Arriva oggi col treno da Porto, tra poco andrò a prenderla alla stazione.

Ho portato la Reflex, perché Lisbona è un posto che merita di essere immortalato con un oggetto più pregiato dell’iPhone. Che sì, fa delle foto inaspettatamente belle, ma ovviamente non è la stessa cosa. Per il momento il mio soggetto preferito è stato il ponte. Alla fine del mese pubblicherò le foto che mi sembreranno degne (sempre che ve ne siano, non essendo io un mago della fotografia).

Questo è quanto. Sono a Lisbona da una trentina di ore, ho un lavoro, ho tanto tempo libero per scrivere e girovagare. Non va male.

E comunque, tanto per sottolineare quanto poco sia innamorato di questo posto, sull’aereo da Madrid a Lisbona mi sono commosso quando hanno fatto partire il messaggio in portoghese per la sicurezza (anche perché ribadisco, gli spagnoli non sono in grado di parlare inglese e la lingua spagnola è terribilmente volgare, per cui il messaggio in inglese era incomprensibile, mentre il messaggio in spagnolo era irritante).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: