h1

abril agua a mil

18/04/2011

Lisboa (no, non Lisbona che fa provinciale, Lisboa) è una città splendida. Ma ha un problema: sta sull’Oceano.

Se voi leggete una guida qualsiasi troverete scritto che il periodo migliore per visitare la città è maggio-giugno, quando gli alberi dei miradouri sono in fiore, il clima è mite, fa caldo ma non troppo, non piove ma tira un po’ di aria dal mare che rende la temperatura piacevole, ci si abbronza ma non ci si ustiona.

Che poi uno si chiede “e perché aprile no?”. Presto detto: leggete il titolo, è in portoghese ma si capisce. Ed è un po’ come il nostro “aprile, ogni giorno un barile”.

In realtà mi dicono che questo sia stato un aprile atipico, con temperature torride. E infatti fino a stamattina si crepava di caldo e il famoso vento dell’Oceano che dovrebbe alleggerire un po’ l’atmosfera è stato a casa sua, nell’Oceano.

Stamattina invece era aprile: nuvole alte e grigie, quasi irlandesi, sole pallido (ma torrido), afa. Fino al pomeriggio, quando le nuvole si sono date appuntamento qui, sulla foce del Tejo. E han cominciato una bella festa, con colonna sonora di tuoni e pure effetti sonori di lampi e saette.

Quando la festa è cominciata ero a Chiado, dopo aver scalato una delle tante Calçadas (che vuol dire discesa, ma se la fai al contrario no) fino a uno splendido miradouro con vista su Baixa, il Tejo, il ponte tipo Golden Gate e Santos. Ero lì che mi godevo il panorama quando una nuvola un po’ sbarazzina ha iniziato la festicciola sostituendo il caldo torrido, fino a quel momento imperante, con una rinfrescante doccia a base di vento.

Tanto perché lo sappiate, Lisboa è una città decisamente affordable dal punto di vista dei prezzi. Ma in giorni di pioggia, senza necessariamente incontrare per caso Andrea e Giuliano per strada, gli ombrelli costano come in Italia.

Vai a mangiare fuori in un posto che pare pettinato e spendi tipo 8€ per un piatto che fai fatica a finire, cerveja e caffè. C’è un bar vicino a casa mia che al mercoledì fa birre a 50 cent e cocktail a 65. Però l’indiana di Baixa l’ombrello me l’ha fatto pagare 5 euro.

Anyway, ora sono nella mia stanzina a scrivere del tempo come i vecchi, ascoltando il rumore dei tuoni e della pioggia nel cortile, aspettando che mi venga fame (che dopo il piatto gigante di carne, panna, gamberi, riso, patate e insalata di oggi sarà impresa ardua). Fumo una sigaretta, controllo che non piova sopra alla presa di corrente, penso al colloquio di lavoro che ho sostenuto oggi e alla possibilità che è stata ventilata di restare anche oltre al tempo previsto per via di un ipotetico lavoro molto importante… mi sto abituando a questa città con una velocità che non credevo possibile. Mi oriento, mi sento a casa nonostante non capisca la lingua (che in realtà è semplice per un italiano, la difficoltà maggiore è l’accento).

Saranno i marciapiedi bianchi, la luce splendida, gli odori e i sapori, la gentilezza delle persone, l’atmosfera rilassata e rilassante… mah, vedremo. L’unica cosa che so è che, come al solito, appena mi sposto dalla pianura padana il vento dell’ovest smette di sferzare.

Annunci

2 commenti

  1. Mi riesci a mandare qua a casa a Rez un cartone di birre a 50 cent? E un cartone di cocktail a 65? Secondo me con FedEx ci si riesce.. Se poi non costa troppo manda anche a Cap un pacchetto di pigne portoghesi.


    • bred, io te le invio se vuoi, ma secondo me è meglio che venite a bervele da ‘ste parti, che a Reggio il panorama non è proprio la stessa cosa… per le pigne ancora non ho avuto modo, ma appena l’avrò terrò informato Cap



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: