h1

urlaub

25/07/2010

Ok, oggi è domenica 25 luglio. Sapete che significa? Che domenica prossima è (rullo di tamburi) il 1° agosto.

Questa combinazione di date crea, nell’universo scarletmilkiano, una sorta di allineamento astrale che produce qualche effetto nella vita quotidiana. Un po’ come il 21 dicembre 2012 coi Maya, ecco.

Innanzitutto, sto rischiando di essere ucciso dalla mia collega S. perché ogni giorno le comunico il count-down. Oggi mancano TOT giorni lavorativi alle ferie! Lo so, sono un rompicoglioni, ma mi diverto con poco.

Poi. Se oggi è il 25 luglio, significa che sabato prossimo è il 31. Giorno del fatidico Sì per un mio compagno di liceo. Quindi ci sarà una specie di reunion della 5^D, alla quale parteciperanno entrambe le fazioni contrapposte. Ci sarà da divertirsi. Anche perché buona parte dell’Ultima Fila, me compreso, parteciperà in modalità “sono allergico al matrimonio”, quindi guarderà tutto quanto cinicamente e non coi brillantini e gli sberluccichini negli occhi pensando a quant’è romantica la vita e che bello è l’abito e guarda la madre della sposa che piange. No. Noi si porta la bottiglia di Sambuca e si beve. Anche perché due di noi, me compreso, dovrà fronteggiare un incontro ravvicinato di terzo tipo con un ex che definire “importante” è quantomeno riduttivo.

Ma di questo si parlerà in un post apposito.

Torniamo a noi. Torniamo al soggetto. Al titolo tedesco del post. Urlaub. Vacanze. Perché il fatto che oggi è il 25 luglio significa che davanti a me si stendono come un bel red carpet solamente 10 giorni lavorativi prima di andare a portare il culo in ferie.

Le quali da oggi prevedono ufficialmente: venerdì 6 agosto, dopo il lavoro, trasferimento a Milano a casa di una mia amica che ancora non sa che dovrà ospitarmi o in alternativa darmi le chiavi di casa sua; sabato 7 agosto, tipo all’alba (ma noialtri che abitiamo in zone residenziali fuori città ci siamo abituati), salire su un treno schwizzero per Berna e poi prenderne uno tedesco per Freiburg im Breisgau. E poi qualche giorno a Freiburg a cazzeggiare con la Clà, che non la vedo da quando è partita, ovvero dal 1° maggio quando sono andato alla notte bianca bresciana e ho esagerato con un cocktail locale buonissimo dalla ricetta segretissima che sembra prosecco e succo di pesca, ma ti dà una botta in testa che il giorno dopo chiedi il numero di targa di chi ti ha investito.

Poi il ritorno nella soleggiata pianura padana l’11 agosto, dopo un altro viaggio in treno che stavolta passa per Zurigo.

E infine, il 13 agosto, trasferta bolognese per salire su un aereo per Dublino e successiva settimana itinerante a bordo di una macchina noleggiata su un sito che contiene la parola “budget”. Speriamo che la macchina ci sia effettivamente, perché paghiamo talmente poco che secondo me ti danno una carriola e un paio di criceti per trainarla. Vedremo.

Ma anche per tutto questo ci saranno post appositi.

Intanto è domenica 25 luglio. Domani torno a lavorare, sperando di riuscire a consegnare questo maledetto e gigantesco e infinito progetto in tempo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: