h1

questa proprio mi mancava

11/01/2010

Trovo quasi per caso questo articolo in un blog che credo approfondirò in futuro, non avendolo mai letto.

Per chi non avesse voglia di aprire il link: il 20 dicembre 2009 l’arcivescovo di Granada in un’omelia critica la nuova legge sull’aborto proposta dal Governo spagnolo. E fin qui nulla di nuovo. Ma il simpatico religioso dice testualmente “Eso le da a los varones la licencia absoluta, sin límites, de abusar del cuerpo de la mujer”. Cioè se la donna abortisce l’uomo è legittimato ad abusare del suo corpo.

Sempre più lontani dalla Civiltà.

Aggiornamento: mi fanno presente che presa nel suo insieme l’omelia non è un chiaro incitamento all’abuso del corpo di coloro che hanno abortito, ma dice che se una donna abortisce, consente ad un uomo di fare scempio del suo corpo. Scusate, non conosco lo spagnolo, ma mi permetto comunque di dire che:

1) un vescovo non può assolutamente permettersi di essere ambiguo, soprattutto riguardo a temi delicati come questo.

2) un vescovo è un maschio votato al celibato, per cui non ha voce in capitolo se si parla di uteri.

Annunci

9 commenti

  1. Letto l’altro giorno sul sito dell’UAAR (sono i simpatici aggiornamenti delle pagine FB di “Laicità dello Stato”).

    Si potrebbe discutere se la proposizione stia in relazione causale con la violenza alle donne (peraltro, l’interpretazione che viene più facile) oppure se esprima possibilità dovuta ad un facile modo di disfarsi del “corpicino” del reato. Cmq il commento è uno solo: fa cagare.


  2. Ti ringrazio per i complimenti, anche io leggerò il tuo.
    Ad ogni modo ritengo che per quanto tutta l’omelia nel suo insieme non inneggiasse,io penso che siano sufficenti poche parole per inneggiare.
    Purtroppo a furia di pretendere che venga preso in considerazione ogni discorso spesso si sminuisce il significato di una singola e ben precisa espressione. E’ vero che è rischioso non contestualizzare. Diciamo che è veramente difficile capire quando è il caso di prendere in considerazione tutto il discorso e quando no.


    • Perfettamente d’accordo. Io credo che certe frasi non vadano pronunciate in nessun caso, a maggior ragione se chi parla è un autorevole membro del clero. La frase in sé è agghiacciante in ogni caso, sia che la si prenda da sola o che la si inserisca in un discorso che ne mitiga in qualche modo il contenuto.
      Il grosso problema però non è tanto il prelato che pronuncia una frase da medio evo, quanto il fedele che recepisce.


  3. L’Egitto che perseguita omosessuali, donne e cristiani protesta, a nome di tutto il mondo arabo e musulmano (che perseguita omosessuali, donne e cristiani) perche’ nell’Europa e nell’Italia “sempre piu’ lontana dalla civilta’” i loro immigrati clandestini non trovano un’adeguata accoglienza sulla base dei piu’ elementari diritti umani. Cioe’ il lavoro, la casa, l’assistenza sanitaria e la cassa integrazione guadagni.

    Lo dicevo io che la civilta’ arabo-musulmana e’ superiore a quella cristiana-occidentale che non permette ai froci di sposarsi come gli etero e di adottare teneri pargoletti per la loro completa realizzazione esistenziale.
    A dire il vero, alcuni Stati avanzatissimi nel campo dell’emancipazione dei froci, come il Portogallo e la Spagna, oltre all’avanzatissima America, al progreditissimo Regno Unito e all’ormai irraggiungibile Canada, lanciato verso la conquista dello spazio galattico, qualche passetto l’hanno fatto in quella direzione.
    Ma il resto dell’Europa, specialmente in Italia, continua a massacrare i poveri froci come se fossero figli della serva.
    Impariamo dall’Egitto e dalla Lega degli Stati arabi che quando si tratta di diritti umani sono sempre stati i primi.

    P.S.
    Anelli di Fumo, grazie alla solita raccomandazione, ha trovato posto di assistente universitario alla Sapienza. Assistera’ il prof. Culattone nel corso “Culo e diritti civili” per studenti arabi.


    • Punto 1. Questo NON è il blog di Anellidifumo, di conseguenza siete pregati di astenervi dalle frecciatine servendovi del mio spazio. Mi ripeto: se avete qualcosa da dire ad Anellidifumo ditelo a lui.
      Questo spazio è di ScarletMilk, che non è raccomandato e non insegna “Culo e diritti civili” all’università di Staminchia. Scarletmilk è un ragazzo emiliano figlio di un falegname e di una casalinga che ha studiato architettura a Milano, si è laureato senza conoscere nessun professore e adesso paga la sua non-raccomandazione cercando di entrare nel mondo del lavoro italiano, dove senza una lettera di un signor Qualcuno non fai una beneamata mazza, soprattutto nel mio settore.
      Quindi come puoi capire i raccomandati – e ne ho conosciuti parecchi – stanno profondamente sui coglioni anche a me.
      Io non conosco personalmente Anelli, lo conosco attraverso il suo blog dove – come tutti – scrive ciò che vuole e appare come vuole apparire. Se sia una persona sincera o una persona ipocrita non lo so, per quanto mi riguarda è un blogger che scrive cose che spesso condivido. Chiuso.


    • Punto 2. La tua polemica è, come sempre accade in questi casi, sterile e soprattutto off-topic. Adesso mi spieghi dove leggi nel mio blog una strenua difesa del mondo islamico. Certamente non sono Oriana Fallaci, ma due paroline ai signori Mussulmani per quanto riguarda i diritti civili gliele direi volentieri.
      D’altro canto se una persona vuole semplicemente provocare non si impegna neanche a cercare di capire con chi sta parlando. Provoca e basta.


    • Punto 3. Che è poi l’estensione del punto 2 in relazione al tuo commento. Gli egiziani possono dire quello che vogliono, loro non comandano a casa nostra. Noi dovremmo essere l’Occidente, gli eredi dell’Illuminismo e gli inventori dei diritti civili.
      I clandestini che vi stanno tanto sullo stomaco sono quelli che vi puliscono i cessi in stazione, vi raccolgono i pomodori per farvi comprare una scatola di passata senza dover fare un mutuo, vi curano i genitori quando sono vecchi e non potete permettervi la casa di riposo.
      Ora puoi pensarla un po’ come ti pare, ma credo che due cose siano certe: che senza di loro la nostra economia andrebbe a puttane e che noi italiani li sfruttiamo attraverso la criminalità organizzata e forme moderne di schiavitù.
      Io critico chi colpevolizza lo “straniero”, clandestino o regolare che sia, dandogli responsabilità che non hanno, facendo credere alla gente che una società tutta italiana è possibile, anzi perfetta. Non è così. Mi dispiace per voi, ma il futuro della società italiana per come si è strutturata nel tempo ha un nome: multirazzialità. Mi spiace se vi urta vedere gente con la pelle di un colore più scuro o più giallo del vostro, questo si chiama razzismo e, per favore, prendetene atto.
      Perché siete semplicemente questo: dei razzisti.
      Volete l’Italia agli Italiani, però vostra figlia non deve andare a raccogliere pomodori, vostro figlio non deve andare a pulire i cessi, vostra moglie non deve andare a badare ai vecchi.
      E chi lo fa?
      Se esistono le fogne ci deve essere qualcuno che le pulisca e ci si immerdi per bene, altrimenti la fogna scoppia e tutti gli avvocati, i notai, gli imprenditori (ma anche gli architetti, mi autoincludo nella categoria degli sfruttatori indiretti) finiscono nella merda.


    • Punto 4. I froci. Tanto come per il non-italiano, avete paura dei froci. Non si capisce bene perché, dato che non sono malati contagiosi né vogliono imporre un “modello” alternativo di famiglia.
      Qui mi sento chiamato in causa, essendo io stesso frocio. E ti chiedo perché in Occidente, sempre quello erede degli Illuministi e che ha inventato i diritti civili e umani, io non possa essere considerato come un cittadino tale e quale a te. Non mi riferisco all’adozione di teneri pargoletti, che è un altro argomento di cui non mi sembra il caso di discutere (e comunque io non sono favorevole all’adozione gay, preciso).
      Facciamo un esempio pratico. Se fossi un uomo eterosessuale potrei decidere di sposarmi e metter su famiglia, accedendo a benefici legittimi dal punto di vista fiscale.
      Purtroppo non sono eterosessuale, sono frocio. E mettiamo che mi innamori di un altro frocio come me e che mettiamo su casa insieme, ci viviamo per il resto della nostra vita in tranquillità e ci moriamo pure. Perché devo pagare le tasse più di un uomo eterosessuale? Lasciamo stare i figli. Perché io e il mio compagno dobbiamo pagare le tasse come se fossimo due scapoli mentre il mio vicino e sua moglie le pagano come coppia sposata con sgravi fiscali e benefici vari?
      Perché se il mio compagno si ammala e va in ospedale io non posso sapere dal medico i dettagli, mentre il mio vicino sposato può sapere cosa sta uccidendo la moglie?
      Sinceramente non capisco tutta questa avversione. I froci continueranno a esistere anche se la società li ignorasse.
      Non avreste nessun svantaggio economico nel permettere a due froci di sposarsi. Ma forse anche qua vi crea qualche problema il fatto che ci siano persone che non sono come voi. E allora anche questo, a casa mia (e sul dizionario), si chiama razzismo.

      Ma a questo punto, se siete razzisti, siete esattamente allo stesso livello di sviluppo culturale dei mussulmani che tanto odiate.


  4. Pero’, caro Anelli di Fumo, quando ti fa comodo, i parallelismi tra il tuo bog e l’Osservatore Romano li fai.

    Comunque e’ confortante sapere che il tuo blog, per tua stessa ammissione, scrive anche un sacco di cazzate.

    E te ne accorgi quando ti fa comodo. Per svicolare dall’imbarazzo che ti rende rubicondo dicendo che stavi solo cazzeggiando.

    Sei un delizioso ipocrituzzo! Ti sodomizzerei violentemente: lo so che ti piace.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: