h1

die fliegende domkirche

14/12/2009

Ok, pora stela, si è fatto male. Molto male, perché dopotutto è un vecchietto e i modellini del Duomo sono duri. Nonostante quello che dicono i TG (ovvero che ha rischiato di morire) il buon Silvio non ha rischiato la vita, e mi spiace per Fede ma non ha neanche rischiato l’occhio, quindi nessun miracolo – sarebbe stata una buona occasione per iniziare il processo di canonizzazione di don Baget Bozzo, ma gli è andata male. In ogni caso gli effetti del duomo volante non sono nulla che non potesse capitargli cadendo dalle scale o scivolando nella vasca da bagno.

Detto ciò, ridiamoci su. Perché ci stracceranno i coglioni fino allo sfinimento. Chi dice “Violento scontro con la Chiesa”, chi “ora dovrà farsi la plastica per cancellare dalla fronte la scritta “onaliM id odrociR” e fioriscono gruppi ironici sui vari social network. Che sì, sarà di cattivo gusto, ma non si può dire che inneggino alla violenza. Si chiama ironia, e se non la si usa la vita diventa veramente un brutto affare.

Ora. Condanniamo tutti la violenza, e sicuramente lanciare una chiesa volante in faccia a una persona è un atto di violenza. Atto commesso però da un matto un po’ coglione.

Ma se un matto un po’ coglione decide di lanciare un souvenir addosso a Silvio si può trarre una sola conclusione. Al matto in questione Silvio sta sui maroni, e ha deciso di farglielo sapere lanciandogli addosso il modellino.

Ora per piacere non rompeteci i coglioni che l’Italia sta scivolando in una spirale di odio. Non usate l’atto di un matto un po’ coglione per amplificare il tam tam della persecuzione politico-giudiziaria e che l’Italia è in mano alla sinistra e che i giudici sono comunisti e il Presidente della Repubblica è comunista e l’opposizione che fomenta l’odio e la vacca rossa reggiana chiaramente leninista nonché il Parmigiano-Reggiano noto terrorista rosso che tenta di ucciderci col colesterolo. Per non parlare della pommarola.

Annunci

3 commenti

  1. Ooo. Parole sante. Mi sembra che stiano drammatizzando troppo sta cosa.


  2. Mah sai invece che penso proprio che sia vero che un po’ più di odio ci sia in giro? Ovviamente non ne cito la causa, io che sono un comunista bolscevico… E te lo dico perché lo provo sulla mia pelle, tutte le volte che vedo uno leggere Il Giornale (e non me ne voglia chi lo fa per lavoro ;), tutte le volte che sento uno dire “se si va a votare lo rivoto lo stesso” oppure “strtano che tutte le volte che uno fa qualocosa a B. i giudici (comunisti, aggiungerei io. n.d.P.) dicono che è un malato di mente” oppure “pover’uomo doversi difendere tutti i giorni dalle cattiverie”, ecco, in quei momenti il prurito nelle mie mani diventa insopportabile. E non è desiderio di parlarne, discuterne. E’ proprio desiderio di dargliene un paio…

    P.


  3. Se vuoi cancellarlo e ripubblicarlo pulito dai typos… 😉



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: