h1

vorrei una sola motivazione valida

03/12/2009

Non chiedo alla Chiesa Cattolica alcun tipo di riconoscimento in quanto omosessuale. Non me ne frega un cazzo della Chiesa, facciano quello che vogliono.

Ma una Chiesa Cattolica che si basa sul Vangelo dovrebbe predicare l’amore, la tolleranza, il perdono, l’accoglienza.

Fai del bene al prossimo tuo. Porgi l’altra guancia. Tutte frasi dette da uno che, reale o immaginario che sia non ci importa, ha lasciato un messaggio del Bene. Non mi interessa se questi sia realmente esistito, se abbia effettivamente compiuto i miracoli che gli vengono attribuiti, se sia davvero figlio di Dio, se sia davvero morto e risorto. Non mi interessa. Il messaggio è ciò che conta, e il messaggio è Pace e Amore.

Quell’uomo perdonava i propri carnefici mentre moriva sulla croce. Quell’uomo si mescolava ai lebbrosi e alle prostitute, scandalizzando l’opinione pubblica. Quell’uomo girava tra i poveri e lanciava un messaggio di solidarietà. Quell’uomo ha fondato una Chiesa che verrà perseguitata e che si nasconderà nelle catacombe, una Chiesa fatta di martiri, di sotterranei malsani dove incontrarsi, di torture da parte dell’establishment.

Alla luce di tutto ciò, e alla luce di ciò che sta scritto nel Vangelo, vorrei una sola motivazione valida per cui certe persone, alti prelati, possono permettersi di seminare odio e violenza senza alcun motivo reale.

Non c’è posto per gli omosessuali nel Regno dei Cieli poiché questi agiscono violando la dignità del loro corpo e comportandosi contro natura, dice il buon pastore Cardinale Javier Lozano Barragan, presidente del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari. Ovviamente deve essere il “ministro della salute” vaticano a esternare sulla questione, perché si sa che gli omosessuali, i transessuali, i bisessuali altro non sono che malati. Come i pedofili e gli psicopatici.

Ciò che il Cardinale non comprende è che il suo messaggio di discriminazione in qualche modo legittima la violenza nei confronti di persone che hanno l’unica colpa di essere ciò che sono. Anzi, mettiamola giù in maniera più pontificia. Persone che hanno l’unica colpa di essere ciò che vogliono essere (perché secondo lui omosessuali si diventa, ma la lingua italiana ha mille sfaccettature).

Quindi io, che sono nato omosessuale, secondo lui non entrerò nel Regno dei Cieli. Beh poco male, deve essere di una noia mortale. Il problema non è avere un biglietto per varcare il cancello dorato. Il problema sta qua, sulla terra, dove gli omosessuali e tutte le sfaccettature dell’orientamento sessuale che secondo la Chiesa vanno “contro natura” vengono presi di mira, picchiati, derubati, uccisi. Perché? Perché sono diversi e a certa gente questo non va proprio giù. Cioè, come se io cominciassi a pestare quelli coi capelli rossi perché Gesù ce li aveva castani e pure io ce li ho castani.

Quindi se vediamo una escalation omofobica, testimoniata dalla cronaca dei quotidiani che riporta metilparaben, non dobbiamo stupirci.

Dobbiamo solo nasconderci, secondo loro. O andare in qualche altro Paese meno civile del nostro dal loro punto di vista, dove le nostre “devianze” sono tollerate o accettate. E alla fine Dio distrusse Sodoma e Gomorra. Quindi attenzione, paesi laici di tutto il mondo, che magari domani vi svegliate inceneriti.

Annunci

7 commenti

  1. quindi vuol dire che la Germania e l’Austria salteranno in aria? che peccato, mi ci ero affezionata 😦
    dai, mattia, vieni anche tu Oltralpe! che cavolo ci fai ancora in Italia???


  2. il buddhismo theraveda ci tratta molto molto molto meglio 😉


  3. “Alla luce di tutto ciò, e alla luce di ciò che sta scritto nel Vangelo, vorrei una sola motivazione valida per cui certe persone, alti prelati, possono permettersi di seminare odio e violenza senza alcun motivo reale.”
    Seminare odio e violenza…diciamo che dicono semplicemente la verità, della quale non dobbiamo spaventarci…ognuno di noi è malato, mica solo gli omosessuali, infatti ognuno di noi è imperfetto e figlio del peccato originale di Adamo ed Eva…
    Perciò essere omosessuale è una malattia, nel senso che si vive costantemente nel peccato, ma è lo stesso per chi si masturba, per chi non vive una vita sessuale corretta libertina al di fuori del matrimonio…
    La chiesa non mette in croce gli omosessuali, li avverte, li esorta a correggere queste loro inclinazioni, o per lo meno a trattenersi alle loro tentazioni…
    Non è vero che un omosessuale non può entrare nel regno dei cieli; se vive una vita casta e pura e segue i comandamenti di Dio, ci può entrare benissimo!
    Il problema più grande secondo me sta proprio nella presunzione degli omosessuali di essere nel giusto e nel pretendere di cambiare le leggi divine a loro piacimento, con conseguente accanimento contro i difensori della verità scritta nella bibbia da Dio e cioè i preti, frati e tutti colori appartenenti alla Chiesa Cattolica…

    Concludo che ognuno di noi è malato, e l’ unica salvezza è la preghiera con l’ umiltà di confessare i propri peccati a Dio!
    Dio ci ama, e ama ancora di più gli omosessuali perchè li sente lontani da lui, e perchè sente che la società non li sprona a trattenersi dalle loro tentazioni…più li sente lontani e più li ama perchè spera tornino con lui, che è loro padre, e gli aspetterà fino al loro ultimo giorno, nel quale basterà dire: Dio ti chiedo umilmente perdono per le nefandezze compiute nella mia vita, e lui immensamente misericordioso aprirà le sue mani in segno di felicità e accoglienza e dirà: Bentornato figlio mio! Proprio come la parabola del figliuol prodigo

    ciao


    • Ringo, non ho intenzione di fare discussioni ideologiche su questi argomenti se la risposta è “prostati davanti a Dio e pentiti” quando vivo la mia vita secondo la mia natura.


  4. Scusa ma cosa pretendi, che i preti e la Chiesa dicano che è una cosa naturale essere omosessuale? in fondo analizzando le tue argomentazioni, si evince il tuo odio nei confronti della chiesa…
    Cosa che posso anche comprendere, ciò che non comprendo è
    se realmente non te ne frega nulla e vivi la tua vita secondo i tuoi principi, perchè allora attacchi la chiesa?

    A parte questo comunque complimenti per il tuo modo di scrivere e il blog, si vede che hai talento!

    ciao


    • Semplicemente che tacessero. Hai fede? Bene. Non hai fede? Non interferire.
      Stato e Chiesa non devono essere la stessa cosa, se influenzi la vita politica ti stai intromettendo in affari non tuoi.
      Non odio nessuno, rispetto le opinioni altrui, vorrei solo che le mie fossero rispettate ANCHE dalla Chiesa. Invece vengo ascoltato come “peccatore”, “diverso” eccetera.

      Grazie per i complimenti



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: